giovedì 18 dicembre 2014

L'estate dei segreti perduti; REVIEW

“We are liars. We are beautiful and privileged. We are cracked and broken.” 


Titolo: We Were Liars
Titolo Italiano: L'estate dei Segreti Perduti

Autrice: E. Lockhart

Pubblicazione Italiana: 24 Giugno 2014 
(scusate ma non ho potuto mettere la cover italiana, è uno scempio:

Casa Editrice Italiana: De Agostini

Pagine: 315

Prezzo: 14,90 (alla faccia!)

Genere: Young Adult, Thriller

Voto:

Reazione Post-Lettura:
Ho pianto davvero ragazzi...ero un disastro di lacrimoni...

Trama:
My full name is Cadence Sinclair Eastman.I am nearly eighteen.I used to be blond, but now my hair is black.I used to be strong, but now I am weak.I used to be pretty, but now I look sick.It is true I suffer migraines since my accident.It is true I do not suffer fools.


Da sempre la famiglia Sinclair si riunisce per le vacanze estive su una piccola isola privata al largo delle coste del Massachusetts. I Sinclair sono belli, ricchi, spensierati. E Cady, l'erede di tutta la fortuna e di tutte le speranze, non fa eccezione. Ma l'estate in cui la giovane Sinclair compie sedici anni le cose cambiano. Cady si innamora del ragazzo sbagliato e ha un incidente. Un incidente di cui crede di sapere tutto, ma di cui in realtà non sa nulla. Finché, due anni dopo, torna sull'isola e scopre che niente è come sembra nella bellissima famiglia Sinclair. E che, a volte, ci sono segreti che sarebbe meglio non rivelare mai
 “Someone once wrote that a novel should deliver a series of small astonishments. I get the same thing spending an hour with you.” 
Cosa Ne Ho Pensato:

Maledetta Lockhart. 
Maledettissima.
Ma quanta malvagità ci vuole per scrivere un libro del genere?.

Non vi posso dire praticamente niente. 

Lo dice anche l'autrice nella trama originale:



"Read it.
And if anyone asks you how it ends, just LIE"


Inizialmente non avevo capito il perché...mi immaginavo fosse una frasetta fatta perché magari nel libro tutti dicono bugie e allora anche noi avremmo dovute dirne...MA NO!!

Andiamo in ordine. Il libro è molto scorrevole, in pochissimo tempo sono arrivata agli ultimi capitoli un po' delusa, perché non succede molto per i primi 3/4. E' un susseguirsi di pensieri e ricordi di Cady, che dopo un incidente accaduto un paio di estati prima che non riesce a ricordare è costretta a prendere numerosissime medicine per calmare i mal di testa che sembrano volerle perforare la testa. 
Oltre a tutto ciò non riesce a capire come i suoi cugini e Gat il ragazzo di cui è innamorata da sempre, e che vede ogni estate sull'isola privata della famiglia, non rispondano più ai suoi messaggi, email, e lettere..Tutto ciò distrugge Cady, che aspetta con ansia l'estate per poterli finalmente rivedere.


Ma la famiglia Sinclair è ormai distrutta da un dramma che nessuno rivela, e Cady vuole ignorare ad ogni costo, e cerca così di vivere tranquillamente l'estate con i suoi Liars, che l'aspettano sull'isola a braccia aperte. 

“They know that tragedy is not glamorous. They know it doesn't play out in life as it does on a stage or between the pages of a book. It is neither a punishment meted out nor a lesson conferred. Its horrors are not attributable to one single person. Tragedy is ugly and tangled, stupid and confusing.” 

Ma cosa è successo durante l'ultimo giorno d'estate di due anni prima? E perché tutti sono cambiati così tanto? E soprattutto perché Cady non riesce a ricordare nulla?.

Why did I go into the water alone at night?Where were my clothes?Did I really have a head injury from the swim, or did something else happen?

Ripetendomi, vi dico che arrivata agli ultimi capitoli ero convinta di dare al libro un voto molto più basso di quello che gli ho poi dato, perché per quanto lo stile dell'autrice è molto, ma molto bello, la storia di Cady è il semplice racconto di un'estate con una famiglia un po' troppo egoista e ricca. 

Ma gli ultimi capitoli, hanno totalmente distrutto ogni mia credenza. Sono rimasta totalmente a bocca aperta, e poi ho cominciato a piangere. Ebbene si, anche io ogni tanto cedo alle lacrime (alias, un libro si ed un altro pure). 

Se volete passare una serata a dire "impossibile" "vacca boia me l'ha fatta l'autrice ora vado in America e la massacro", vi consiglio vivamente questo libro. 

No, veramente leggetelo, e poi ditemi se sono l'unica che ha avuto una reazione così emotiva!

Chi è Emily Lockhart?

Autrice di We Were Liars, la Lista dei Fidanzati (che ho adorato quando avevo 12/13 anni, morivo dalle risate con tutte quelle piccole note!), è nata NYC nel 1967, ed è cresciuta un po' in giro per gli Stati Uniti, tra Cambridge e Seattle. Con un dottorato in Letteratura alla Columbia incentrato su uno studio approfondito del romanzo inglese del XIX secolo e la storia dell'illustrazione inglese. Ora vive a NYC e insegna un corso all'università sulla scrittura creativa destinata ai bambini.











PACE&AMORE

martedì 16 dicembre 2014

Tutto Torna; REVIEW.

"Forse assegno troppi compiti al destino.” 


Titolo: Tutto torna

Autrice: Giulia Carcasi

Casa Editrice: Feltrinelli

Data di Pubblicazione: 12 Novembre 2010

Prezzo: 11 Euro

Pagine: 125

Voto:

Reazione Post-Lettura


Trama da Goodreads.Com

Diego lavora alla revisione di un vocabolario. Nei barattoli delle parole chiude tutto quello che riesce a definire. E' pratica che gli viene naturale anche nella vita. Cataloga ogni istante: luogo data ora . In uno dei suoi continui spostamenti tra Roma e Pisa, dove insegna, il treno si ferma in galleria per un guasto, le luci si spengono. Nel buio Diego sviene. Una voce arriva lontanissima a tirarlo fuori dalla vaghezza: Antonia. Ieri diventa oggi e domani ieri, l'ordine e la memoria di Diego si allentano. E' come se Antonia ci fosse sempre stata eppure non c'era. La loro è una storia d'amore che vuole la perfezione. Più sono vicini, più forte è il rischio che il cerchio si spezzi. Basta una menzogna.Contro ogni logica, l'inganno si rivela più forte della verità e la verità più forte dell'inganno.


Cosa Ne Ho Pensato:

Adorabile. Breve. Intenso. 
Sono questi i tre aggettivi che darei a questo libricino della Carcasi. 

Negli ultimi anni gli autori italiani si sono dati a libri brevi ma sicuramente particolari, e Giulia Carcasi è sicuramente un esempio eccellente. Il libro si legge anche in mezzo pomeriggio, la durata di un té insomma. Ma la storia di Diego, che insegna all'università come creare la definizione di una parola e che intanto sta scrivendo il suo dizionario, beh è molto, particolare. Un paio di volte ci viene da alzare la sopracciglia e dire "ma che caz...??" ma dopo due pagine siamo già ad un concetto diverso, un'emozione differente, un sorriso speciale. 

Per quanto possiamo essere tutti appassionati di generi diversissimi, di romance puro all'americana, o di high fantasy da duemila pagine a volume, o di western, o thriller, o chicchessia, beh..ogni tanto un bel libro "all'italiana" ci vuole proprio, e che sia Baricco, la Carcasi, la Mazzantini, o de Luca, beh un italiano con i suoi vizi e suoi capricci è necessario ogni tot capolavori di Sanderson. 

Se vi capita di leggerlo, fatemi sapere cosa ne pensate, sono veramente curiosa!. 


Perle:

“E’difficile coincidere con lo spazio nel quale proviamo a inserirci: solo chi manca può riempire il vuoto che ha lasciato.” 
“Ho paura che un giorno,dopo esserci tanto mancati,ci chiederemo se potevamo fare qualcosa concretamente invece di mancarci senza fare niente.”


Chi è Giulia Carcasi?

Vive a Roma, dove studia Medicina. Nel 2005 è uscito per Feltrinelli il suo primo romanzo, Ma le stelle quante sono. La struttura di questo romanzo è insolita perché da una parte del libro l'autrice narra la storia dal punto di vista della protagonista (Alice); girando il libro e quindi dall'altra parte, la stessa storia è narrata dal protagonista maschile (Carlo). I protagonisti sono ragazzi sui 18 anni, ed il libro è dedicato ad un target giovanile.
L'11 gennaio 2007 la stessa casa editrice ha pubblicato un suo nuovo lavoro, Io sono di legno. Questo romanzo ha per protagonista una madre che vorrebbe avere un buon rapporto con la figlia diciottenne ma non ci riesce; così legge il suo diario e, sulla base di ciò che legge, le scrive, rivelandole anche i suoi più intimi segreti. Il 17 novembre 2010 è stato pubblicato un altro romanzo, "Tutto torna".


PACE&AMORE

domenica 14 dicembre 2014

Con te sarà diverso; REVIEW.

“In the existence of our lives, there is a single coincidence that brings us together and for a moment, our hearts beat as one.” 




Titolo: Con te sarà diverso (Le coincidenze #1)
Titolo Originale: The Coincidence of Callie & Kayden

Autrice: Jessica Sorensen

Casa Editrice Italiana: Newton Compton (ecco spiegata la cover che fa tanto Love Actually, e il taglio di capelli del modello che sembra un parrucchino spiaccicato su di un pelato)

Data di Pubblicazione Italiana: 16 Gennaio 2013

Pagine: 308

Prezzo: 9,90EUR

QUI è possibile scaricare un estratto ufficiale del libro

Genere: New Adult, Romance

Voto: 

Reazione Post-Lettura:



Trama da LibriMondadori.it 

Callie è un’adolescente che non ha mai avuto fiducia nel destino. Dal giorno in cui ha perso per sempre la sua innocenza, ha preferito rendersi invisibile e chiudersi in se stessa, per sfuggire a un doloroso passato e non permettere a nessuno di farle di nuovo del male.

Kayden, invece, si è rassegnato alla sua sorte: soffrire in silenzio è l’unico modo che conosce per sopravvivere alla violenza di suo padre e ai colpevoli silenzi di sua madre. Ma proprio quando si è ormai arreso al dolore e all’abbandono, un angelo di nome Callie accorre a salvarlo. Forse non è solo una coincidenza, forse è proprio il destino, quello stesso destino da cui entrambi si sentono schiacciati, a farli incontrare e a offrire loro un’opportunità di riscatto, qualunque sia il prezzo



Cosa Ne Ho Pensato:


Okay, okay, lo so, avete perso la fiducia nei new adult, o forse non ne avete mai avuta, o forse come me continuate a leggerli anche se non ne trovate mai uno che vi piaccia ma siete masochisti e quindi andrete avanti così ancora per un po'...

Ma...ma! C'è questo libro, che io ho letto in versione originale un po' di tempo fa, che mi è piaciuto veramente tanto. Però più che piacere o meno, qui si può parlare di essere coinvolti. La storia di Callie e Kayden mi ha lasciato incollata alle pagine fino a tardi, è molto particolare e struggente, ma una parte di voi non riuscirà ad abbandonarli. 

Ci sono un po' tutti i drammi necessari che tutti i protagonisti di un New Adult sembra debba passare per forza, altrimenti non è pubblicabile, ma questo romanzo riesce a toccare anche una scettica e criticona come me. Io che trovo sempre il pelo nell'uovo, sono riuscita a dire un paio di volte "eh si però che sfiga, tutte voi" però poi sono sempre tornata a leggere. 

Per me rimanere così tanto affascinati da un libro è sempre un fattore positivo, perché l'autore è riuscito totalmente nel suo intento, e si è meritato quei 4, 7 o 10 euro che abbiamo speso per un suo lavoro. 

Che alla fine possiamo trovare diecimila difetti a questo lavoro poi, nessuno lo mette in dubbio, ma intanto ho preferito leggere a fare qualcos'altro in quel momento, e quindi il libro vince a mani basse. 


Se vi capita di trovarlo in libreria dategli una possibilità, Callie è un personaggio davvero davvero carino, e Kayden è suo pari ad ogni livello. 

Se avete già letto l'altra serie della Sorensen, quella con Ella e Micha e vi ha deluso, non preoccupate anche io ho letto il primo libro su di loro e non mi è piaciuto neanche un po', questo è molto ma molto diverso, e merita una piccola chance se non è il vostro genere, ma se invece siete folli amanti del romance e dei new adult, Con te Sarà Diverso è un MUST HAVE, e onestamente non so come abbiate fatto a non leggerlo ancora, insomma!! siete o no su questo pianeta? correte e leggetelo!. 


Perle

“I often wonder what drives people to do things. Whether it's put into their minds at birth, or if it is learned as they grow. Maybe it's even forced upon them by circumstances that are out of their hands. Does anyone have control over their lives or are we all helpless?”

“Face Your Fears Head On and Tell Them to Fuck Off” 


Chi è Jessica Sorensen?

Jesssica Sorensen è un'autrice di best seller nata tra le montagne innevate del Wyoming. Quando non sta scrivendo, trascorre il tempo leggendo e con la sua famiglia. Sito:  http://www.jessicasorensen.com
PACE&AMORE

mercoledì 10 dicembre 2014

Città Degli Angeli Caduti; REVIEW

“Still I pictured having you for fifty, sixty more years. I thought I might be ready then to let you go. But it's you, and I realize now that I won't be anymore ready to lose you then than I am right now. Which is not at all.” 

-Alec And Magnus, alias, when Jen becomes a 13 year old fangirl all over again. 


Titolo: Città degli Angeli Caduti. (Shadowhunters #4)

Autrice: Cassandra Clare

Casa Editrice Italiana: Mondadori

Data Pubblicazione: 25 Ottobre 2011

Prezzo: al momento il cartaceo della Mondadori è a 5,00EUR, mi sembra conveniente!

Pagine: 480

Voto:

Reazione Post-Lettura:


Trama da Mondadori.it

La guerra è conclusa e Clary è tornata a New York, intenzionata a diventare una cacciatrice di demoni a tutti gli effetti. E finalmente può dire al mondo che Jace è il suo ragazzo. Ma ogni cosa ha un prezzo. C'è qualcuno che si diverte a uccidere gli Shadowhunters, e ciò causa fra Nascosti e Cacciatori tensioni che potrebbero portare a una seconda, sanguinosa guerra. Simon, il migliore amico di Clary, non può aiutarla. Sua madre ha scoperto che è un vampiro e lui non ha più una casa. Quando anche Jace si allontana senza darle spiegazioni, Clary si trova costretta a penetrare nel cuore di un mistero che teme di svelare fino in fondo: forse è stata lei a mettere in moto la terribile catena di eventi che potrebbe farle perdere tutto ciò che ama. ­Jace compreso. Amore. Sangue. Tradimento. Vendetta. La posta in gioco non è mai stata così alta per gli Shadow­hunters…

Cosa Ne Ho Pensato

Innanzitutto, so di non aver mai scritto le recensioni dei primi tre volumi, e non credo che mai le scriverò, per il semplice motivo che ho letto i City Of Bones/Ashes/Glass moolto tempo fa e non ero stata molto "critica" nella lettura, mi ero lasciata conquistare da questo mondo e questi personaggi meravigliosi che la Clare aveva portato nella mia vita, ed ero così entusiasta che probabilmente la mia recensione sarebbe una serie di "waoo, fantastico! ohoh, fangirling!!!", e non credo sia il caso, dato che ormai la mia età si arrotonda per eccesso e non più per difetto...*fangirla comunque e dovunque, sappiatelo!!* 

Coomunque, io avevo davvero amato i primi tre libri, soprattutto il terzo, City of Glass. E avrei volentieri concluso la saga lì, perché questo quarto libro è stato una specie di parto trigemellare, con travaglio di 36 ore. Soltanto che per leggerlo non ci ho messo 36 ore, ma poco più di un anno. E per è veramente tanto. No, dai, è veramente tanto per tutti. In un anno leggi i Miserabili dall'ultimo capitolo al primo (ah, si, ho interrotto la lettura, perché voglio leggerlo durante le vacanze di Natale, poi vi farò sapere!). 

Diciamo che in Città degli Angeli Caduti, gli angeli non sono gli unici ad essere caduti, ma anche le mie braccia, e mi limito per non dire qualcosa di più volgare. (Perché io sono chic, e voi lo sapete *coff coff*). 

Noioso. Noioso. Noioso. 
Inizia a succedere qualcosa di vagamente interessante intorno a pagina 315, o anche dopo, che si risolve come al solito con Clary che perde la testa per un paio di capitoli, Jace che cerca di salvare il mondo, Alec che si apparta con Magnus e Isabel che salva il culo a tutti. 

La prima parte è uno sfracello di personaggi, POV, matrimoni, litigi, che neanche Abby Glines aveva mai considerato. 
Il risultato è sempre tendente al positivo perché comunque la Clare è ben consapevole che noi siamo innamorate dei suoi personaggi, ,quindi leggeremmo anche le favole della buonanotte con Alec, Simon e Magnus. Ma i nuovi personaggi? Non so se siano una buona idea, insomma, di originali ce ne sono già tanti, e onestamente non ho voglia di finire come con i libri dell'Allende in cui devo scrivermi l'albero genealogico altrimenti non ci capisco chi è figlio di chi, e il prete con chi sta cuccando. 


Perle da CoFA, alias Solo Jace Può Salvare Un Libro Così Noioso.

“You're just worried they'll hire a male instructor and he'll be hotter than you." Jace's eyebrows went up. "Hotter than me?" "It could happen," Clary said, "You know, theoretically.""Theoretically the planet could suddenly crack in half, leaving me on one side and you on the other, forever and tragically parted, but I'm not worried about that either. Some things," Jace said, with his customary crooked smile, "are just too unlikely to dwell upon.” 

“Hey," said Jace. who was sitting on an overturned speaker, looking at his cellphone, "do you want to see a photo of Alec and Magnus in Berlin?""Not really," said Simon. "Magnus is wearing lederhosen.""And yet, still no.” 

You're the first Shadowhunter I've ever met." “That’s too bad,” said Jace, “since all the others you meet from now on will be a terrible letdown.”  

martedì 9 dicembre 2014

Puddle Jumping; REVIEW

"With a small sigh he squeezed my hand tighter. “I 
wish you were like me.”


Titolo: Puddle Jumping

Autrice: Amber L. Johnson

Data pubblicazione: 24 Giugno 2014

Inedito In Italia.

Prezzo: 2,68

Pagine: 121 

Genere: Romance, Short Stories, Young Adult

Voto:


Trama 

Quando si parla d'amore non c'è mai niente di convenzionale. 
Tutti pensano che Colton Neely sia speciale.
Lily Evans pensa solo che sia decisamente interessante.

Amici da bambini, il loro legame è reciso dalla tendenza di Lily di attirare disastri al momento sbagliato, ma l'interesse verso Colton non è mai scomparso del tutto. Anzi, ogni volta che lo rivede qualcosa in lei si accende e non riesce a formare un singolo pensiero coerente. 

Colton sembra ricambiare, ma è così timido. 

Il primo giorno dell'ultimo anno di superiori Lily si ritrova davanti a Colton, che fino a quel momento aveva studiato a casa. Perché ha deciso di andare a scuola? E perché frequenta delle classi diverse?

Tutte le risposte vengono fornite a Lily, che nonostante non siano conformi alle sue idee non riescono a farla staccare da Colton. 


Cosa Ne Ho Pensato:

L'idea c'era tutta, ora non posso dirvi qual è il fulcro e la questione centrale altrimenti vi rovinerei il libro, ma ammetto che è una cosa molto delicata ma al tempo stesso carina e dolce. 
Il problema è che per scrivere un bel libro non basta avere una tematica moderna che faccia sciogliere il cuore a tutti, ci vorrebbe anche un minimo di trama e qualche evento. Elementi che mancano totalmente a Puddle Jumping, un libro senza dubbi struggente in dei punti e che offre moltissimi spunti per dialoghi e dibatti sul fatto che ormai leggiamo libri su personaggi tutti uguali. Non c'è nessun tipo di apertura in certi ambienti a personaggi che appartengono alle cosiddette minoranze, anche se fanno parte di essere sempre più persone a cui farebbe piacere leggere un libro in cui si faccia riferimento a qualcosa di diverso dai classici young-white-handsome-rich-bad guys. 

Quindi un pollice in su per l'esperimento, ma purtroppo uno in giù per la storia. 

Perle da Puddle Jumping. 

“I have to ask. Why do you like me?”
He shifted away from me then, his brows pulled together making him look even cuter, if that was possible. “I don’t understand the question.” His hands were squeezing mine tightly as he looked down at them. “You’re my Lilly. You’ve always been my Lilly.” 

“I dream of you. And I don’t like it when I can’t talk to you or see you or touch you.” His eyes found mine again. “That’s love.”

Chi è Amber L. Johnson?

Una vera figlia della musica, i genitori di Amber l'hanno circondata con i sound più rumorosi che potessero trovare, trasformandola in una ragazza che ha trovato l'ispirazione nei testi e negli accordi musicali. Cresciuta con i film di John Hughes, Luck Dragons e navi pirata, ha sempre avuto sogni d'amore e d'avventura. Quando Amber ha iniziato a creare il suo mondo personale, ha immaginato un posto dove "Il per sempre felici e contenti" esiste davvero. Da allora ha firmato diversi romanzi d'amore, tutti incentrati sulle canzoni e come possano cambiare le vite delle persone. La musica 
magari non può aggiustare un cuore spezzato ma certamente può fornirci una soundtrack da urlo per guarirne. Al momento è una moglie e madre a tempo pieno  e considera la vita quotidiana la sua musa. 

PACE&AMORE

lunedì 8 dicembre 2014

Segreti&Sorelle; REVIEW



“But I've strayed so far from normal now, I'll never 
find my way back. And the truth is, I no longer want to.” 


Titolo: Segreti & Sorelle

Titolo Originale: Saving Zoë

Autrice: Alison Noël. 

Casa Editrice: Fanucci Editore

Prezzo: 15,00 

Genere: Young Adult

Pagine: 256 

Voto:  

Reazione Post-Lettura:


Trama da Fanucci.it

Mi bloccai sui miei passi, rimasi ferma a fissarlo. Ad accorgermi di come avesse le spalle afflosciate, di come i suoi occhi scuri mantenessero un'aria circospetta, di come ogni tiro della sua sigaretta sembrasse ostentato, come se il suo destino fosse proprio quello di essere lì in quel momento, fuori dal negozio Circle K, seduto sul cofano della macchina. Tuttavia, non appena sollevò lo sguardo per incontrare il mio, Abby e Jenay mi presero ciascuna per un braccio e mi trascinarono via, allontanandomi da lui e riportandomi alla sicurezza della mia casa. Ma adesso che l'ho appena rivisto, mi rendo conto che probabilmente andrà così ogni giorno. E non riesco a credere di non averci pensato prima. Cioè, anche se nei suoi confronti non la penso come la maggior parte della gente di questa città, dover frequentare la stessa scuola è davvero uno schifo. Perché ora è come se per me non ci fosse nessun posto sicuro.


Cosa Ne Ho Pensato:

Dato che la trama ufficiale non dice praticamente niente, vi dico due parole su cosa succede nel libro: la sorella di Echo (Zoe) viene assassinata e lei e la sua famiglia non riescono a spiegarsi come tutto ciò possa essere successo, fino a quando Marc, il fidanzato di Zoe non decide di consegnarle il diario della sorella defunta per farle capire un po' meglio la situazione in cui si trovava prima di essere fatta brutalmente a pezzi. 

Di romanzi con la sorella maggior uccisa/suicidata e la più piccola che deve raccogliere i pezzi ne ho letti a bizzeffe (non che abbia nessun presentimento contro mia sorella, continuo ad amarla alla follia, tranquilli), ma Saving Zoe è stato il primissimo, tanto che non riesco neanche a ricordarmi precisamente quando l'ho letto, probabilmente prima della mia ossessione per Goodreads, altrimenti avrei la data bella e segnata. 

Il romanzo, è molto molto veloce, si legge un pomeriggio di pura noia (o in un pomeriggio prima di un'interrogazione su tutto il programma del trimestre, in cui ci rifiutiamo di studiare...sì...tipo oggi...) ma riesce comunque a colpirci nel profondo. O almeno è successo così con me..Non tanto per la storia d'amore che viene poi a crearsi, ma il rapporto che si viene a creare tra Echo e sua sorella attraverso le pagine di un diario molto misterioso. 

Lettura Consigliata!


Chi è Alison Noel? 

 E' l'autrice della saga "Evermore" che io sinceramente non ho mai letto, ma che conta centinaia di migliaia di lettori in tutto il mondo, quindi qualcuno di voi forse l'ha già sentita nominare!


Nata e cresciuta in California, dopo il liceo ha vissuto per diversi anni a Mykonos, prima di trasferirsi a Manhattan, dove ha lavorato come hostess. Ha vinto i premi National Reader’s Choice Award, NYLA Book of Winter Award, NYPL Books for the Teen Age, TeensReadToo, 5 Star Gold Award, TeenReads, Best Books of 2007, Reviewer’s Choice 2007 Top Ten. Per Fanucci Editore ha pubblicato i primi quattro volumi della serie Gli Immortali, Evermore, Blue Moon, Shadowland  e Dark Flame. Nella collana Teens International è uscito, nel 2010, anche Segreti e sorelle e, nel 2011 nella collana Tweens, Radiance, il romanzo d’apertura della nuova serie che ha come protagonista la sorella di Ever, Riley. Per Leggereditore è uscito, nel 2010, Lasciami volare.
I suoi romanzi sono pubblicati in: Croazia, Russia, Polonia, Taiwan, Germania, Brasile, Ungheria, Francia, Corea, Regno Unito, Grecia, Spagna e Bulgaria.


PACE&AMORE


domenica 14 settembre 2014

The Selection; REVIEW.


“True love is usually the most inconvenient kind.”


Titolo: The Selection (The Selection #1)

Autrice: Kiera Cass

Pubblicazione Originale: 24 Aprile 2012 da HarperTeen

Pubblicazione Italiana: 12 Marzo 2013 da Sperling & Kupfer

Io Ho Letto: la versione originale, quindi non posso esprimermi sul lavoro di traduzione. 

Cover: perfetta, la amo. 
CURIOSITA': il vestito originale è in realtà rosso/lilla e questo colore magnifico è stato creato digitalmente, in questi 35 secondi di montaggio, HarperTeen ci mostra il photoshoot per la realizzazione dello scatto principale. 


Difficoltà Lingua Originale: 5/10, molto, MOLTO, facile. 

Prezzi:
v. italiana 7EUR per l'ebook, 15 per la copertina rigida e 8 per la flessibile.
v. originale 4EUR per l'ebook, 13 per la copertina rigida ed 8 per la flessibile. 

Reazione Post-Lettura:

Ordine di pubblicazione  della serie:


The Queen (The Selection #0.4) -  Dicembre 2014
The Prince (The Selection #0.5) - Gennaio 2013
The Selection #1 - Aprile 2012
The Elite (The Selection #2) - Aprile 2013
The Guard (The Selection #2.5) - Febbraio 2014
The Favorite (The Selection #2.6) - Marzo 2015
The One ( The Selection #3) - Giugno 2014
The Heir (The Selection #4) - Maggio 2015
Untitled (The Selection #5) - 2016


Voto:


Trama da Goodreads.com

In un futuro lontano, in un Paese devastato dalla guerra e dalla fame, l'erede al 
 trono seleziona la propria moglie grazie a un reality show. Spettacolare. Per molte ragazze la Selezione è l'occasione di una vita. L'opportunità di sfuggire a un destino di miseria e sognare un futuro migliore. Un futuro di feste, gioielli e abiti scintillanti. Ma per America è un incubo. A sedici anni, l'ultima cosa che vorrebbe è lasciare la casa in cui è cresciuta per essere rinchiusa in un Palazzo che non conosce. Perdendo così l'unica persona che abbia mai amato, il coraggioso e irrequieto Aspen. Poi però America conosce il Principe Maxon e le cose si complicano. Perché Maxon è affascinante, dolce e premuroso. E può regalarle un'esistenza che lei non ha mai nemmeno osato immaginare...
“No, I’m not choosing him or you. I’m choosing me.” 

Diciamo che gli editori italiani hanno fatto il loro lavoro egregiamente, facendo capire già dalla trama che il fulcro del libro sarebbe stata la romance, io, invece, essendo cretinetta, avendo letto sui blog d'oltreoceano di una struttura distopica sono andata in brodo di giuggiole senza neanche cominciare il libro. 
“You’re too beautiful for your own good. Once you leave, we’ll have to send some of the guards with you. You’ll never survive on your own, poor thing.” 

Il concetto che mi aspettavo di bas, esiste, c'è, ed è anche descritto bene, il problema è che per la Cass tutto il world-building è soltanto uno sfondo ad un triangolo amoroso visto e rivisto. 



Dopo la terza guerra mondiale gli Stati Uniti d'America sono affondati dai loro debiti e devono sottomettersi alla Cina, trasformandosi così negli Stati Uniti di Cina, l'Europa entra nel conflitto, soprattutto per appoggiare la Russia ed i suoi obiettivi espansionistici, inizia così la quarta guerra mondiale, da cui gli USA escono vittoriosi grazie ad un privato miliardario: Gregory Ilea, che decide di ribattezzare il paese con il suo nome, e di imporre una monarchia ereditaria ed un sistema basato su 8 caste rigidissime. 

Così 80 anni dopo lo stato di Ilea rispetta sempre le stesse leggi, e in ogni città prima di chiedere il nome ad un vicino di casa gli si chiederà "cosa sei?", e la risposta potrà essere:
Uno= monarchia
Due= consiglieri e militari
Tre= arti liberali. 
Quattro= contadini
Cinque= artisti
Sei= operai
Sette= braccianti
Otto= senzatetto. 

La nostra protagonista è America Singer, una 5, tutta la sua famiglia è impiegata nell'arte, ma purtroppo gli impieghi per i 5 sono abbastanza per sopravvivere soltanto durante le poche festività concesse dalla monarchia. Per il resto dell'anno, la vita dei 5 è fatta di stenti. Non al livello dei 6 o dei 7, ma comunque molto difficile. 
"We've been pretty bad. Most time if it gets to where we have to choose, we keep the food and lose electricity. The worst was when it happened near Christmas one year. May didn't understand why we couldn't exchange gifts. As a general rule, there are never any leftovers at my house. Someone always wants more. I know the checks we've gotten over the last few weeks have really helped, and my family is really smart about money. I'm sure they have already tucked it away so it will stretch out for a long time. You've done so much for us, Maxon."
America è una cantante, una violinista ed una pianista. Ha poco da mangiare. Una mamma impicciona. Un padre saggio ed amorevole. Una sorella/migliore amica. Ed un fratellino carinissimo. 
Inoltre ha un fidanzato segreto. 
Perché segreto?
Perché Aspen è un 6, e se sua madre sapesse che America ha intenzione di sposare un uomo di una casta inferiore potrebbe passarsela brutta, ma a lei non interessa, lei ed Aspen si sposeranno, si amano e faranno di tutto per cavarsela anche da 6. 
“But you should know the love can wear away under the stress of being married. Someone you think you love now, you might start to hate when he couldn't take care of your children, it'd be even worse. Love doesn't always survive under those circumstances.”

Ma qualcosa si mette in mezzo ai suoi piani: La Selezione. 
Ogni erede maschio di Gregory Ilea deve sposare una donna tramite questo processo preso in prestito da Maria De Filippi: ogni ragazza tra i 16 e 20 anni può volontariamente iscriversi per poi partecipare ad un'estrazione da cui verranno sorteggiate 35 ragazze, una da ogni provincia del Paese, tutte si trasferiranno temporaneamente al palazzo reale, ed il Principe dovrà scegliere fra loro la sua futura moglie. 

“But you just said you loved me."
"I do, Mer. That's the point. I can't make you like me. I can't stand the thought of you hungry or cold or scared. I can't make you a Six.
” 

Così America si ritrova a Palazzo dove incontrerà 34 ragazze che sognano la corona a tutti i costi, ed il Principe Maxon che stravolgerà una volta per tutte la vita della semplice cantante America Singer.

He'd wanted his first kiss to be with me.” 

-----

Diciamoci la verità, detta così la storia sembra terribilmente accattivante. 
In realtà è un continuo tormento amoroso di America, nessun eroismo, nessuna figura interessante, niente, nein, solo America che piange ogni 3x2 per rispettivamente per Aspen e Maxon, poi per Maxon ed Aspen e sicuramente anche per Aspen e Maxon. 

Kiera Cass ha cercato di accontentare tutte le lettrici creando un personaggio che abbia un po' tutte le caratteristiche delle eroine young adult più diffuse, abbiamo: 

Katniss di Hunger Games, ogni volta che pensa alla sua famiglia
Rose di Vampire Academy, quando cerca invano di essere badass
Hermione Granger di Harry Potter, quando si sente tanto intellettuale da stupire il principe
Tessa Gray, quando il triangolo amoroso le dilania il cuore
e sicuramente
Bella Swan ogni singola volta che inizia a piangere per nessuna ragione apparente. 
Due. Palle. Interminabili. 
“I let myself be sad. I let myself think of him.” 

Ma ammetto di avere un debole per i principi e Maxon  è un principe con i fiocchi (almeno in questo libro, nel secondo...non  ne parliamo...). 

PACE&AMORE